Azienda

Produzione

Settori operativi

Accessori

PRESSA COMPATTATRICE

La pressa, quale parte componente dell’impianto, è costituita da una robusta carcassa in acciaio a forma di parallelepipedo allungato. Internamente alla carcassa corredata di apposite tenute in materiale autolubrificante scorre il pistone comandato da un cilindro idraulico completo di centralina.

immagine presse compattatrici
immagine con le caratteristiche delle presse compattatrici

PRESSA BRICCHETTATRICE

La pressa bricchettatrice, quale parte componente dell’impianto è costituita da una robusta carcassa di base che costituisce anche il serbatoio dell’olio della centralina idraulica di comando Hp. 5,5 - Hp.10. Nella carcassa a forma rettangolare sono alloggiati il cilindro principale di spinta, il cilindro di comando cassetto di caricamento e, lateralmente nella parte esterna, la morsa oleodinamica di compressione per la formazione del bricchetto.

immagine presse bricchettatrici
immagine con le caratteristiche delle presse bricchettatrici

COCLEA

Le polveri dalla tramoggia del filtro cadono nella bocca di carico della coclea e vengono convogliate al centro (mod. SC) o lateralmente (mod. SL) tramite un albero provvisto di elica. Il moto di rotazione dell’albero è fornito da un motoriduttore 5 fig. 4.3. Lo scarico delle polveri avviene tramite tronchetto 3 fig. 4.3 e 4 fig. 4.4. Sulla testa del tronchetto vi sono una serie di fori(flangia) per accoppiare la macchina con una pressa, o ad un adattatore per sacchi. La coclea può essere collegata anche con una valvola stellare. La coclea come indicata in fig. 4.3 con scarico centrale mod. SC e fig. 4.4 con scarico laterale mod. SL, è costituita da una struttura in lamiera dove al suo interno è alloggiato l’albero 7, con l’elica 8 saldata sullo stesso, montato fra motoriduttore 5 e supporto 6. Sulle fiancate fig. 4.5 e fig. 4.6 sono montate tenute contro la polvere e sono protette da una guarnizione teflonata posta sul relativo supporto 9 reso solidale con l’ albero 7 a mezzo di grani di pressione.

immagine COCLEA

VALVOLA STELLARE

Le polveri dalla tramoggia del filtro o dalla coclea, cadono nella bocca di carico della valvola e vengono convogliate in uno dei sei settori che ruotando scarica nella parte inferiore. La divisione in settori assicura che non vi sia comunicazione fra il filtro e l’esterno. Il moto di rotazione dell’albero è fornito da un motoriduttore 8 fig. 4.1. Sulla testa del tronchetto vi sono una serie di fori(flangia) per accoppiare la valvola con un filtro o con una coclea, mentre nella parte inferiore si può accoppiare con un ventilatore o con un tronchetto portasacchi. La valvola è provvista di tenute contro la polvere e guarnizioni che assicurano la tenuta e fissata a pressione con un profilato 7. La valvola stellare come indicata in fig. 4.1 è costituita da una struttura in lamiera saldata ed imbullonata con albero porta pale, con motoriduttore per la rotazione dell’albero e supporto , bocca di carico e bocca di scarico

immagine della valvola stellare

PANNELLI DI SFOGO ESPLOSIONE

immagine dei pannelli di sfogoPS / R (rettangolare) e ps C (circolare) sono pannelli di sfogo esplosione tensione pannelli compositi, composto di tre parti: - Un intaglio, parte di metallo perforata - Una membrana di tenuta (normalmente in PTFE) - Una protezione sezione A sostegno aggiunta di vuoto è disponibile. I pannelli di sfogo a esplosione possono essere forniti in conformità ATEX, certificato Ex II D, Ex II GD e Ex II 2 GD.

BRACCIO ASPIRANTE autoportante Evo

immagine del braccio aspiranteRappresenta la migliore soluzione tecnica per l’aspirazione dei fumi di saldatura, gas, vapori, aero-sol, fumi di olio, polveri, ecc. L’Evo è stato progettato e costruito nel pieno rispetto delle normative vigenti relative alla sicurezza sul posto di lavoro e alla evacuazione dei fumi nocivi e delle sostanze inquinanti dall’ambiente di lavoro.

PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO:

l’aria inquinata viene aspirata tramite la cappetta snodata, attraversa le tubazioni realizzate in robusta lamiera (zincata, inox, verniciata antigraffio, alluminio), giunge quindi al ventilatore ad alta efficienza o alla tubazione centralizzata dell’impianto e di qui al sistema di filtrazione dell’aria utilizzato nelle specifiche applicazioni. Le tubazioni e la cappetta aspirante dell’Evo sono raccordate tra loro a mezzo di speciali giunti esterni snodati, che consentono un semplice e comodo movimento del braccio. L’Evo è inoltre dotato di una ralla che permette una rotazione anche di 360° se montato su supporto predisposto. Il flusso dell'aria inquinata che attraversa il canale di aspirazione creato nel braccio e non viene quindi ostacolato da snodi o articolazioni interne. Data la lunghezza ridotta del tubo flessibile usato nei gomiti ne risultano perdite di carico notevolmente inferiori ad altri sistemi similari presenti sul mercato. Minore perdita di carico significa: inferiore potenza richiesta al ventilatore e quindi risparmio energetico, velocità di attraversamento più bassa e di conseguenza rumorosità più contenuta.

SISTEMI RIVELATORI DI SCINTILLA

Sistemi semplici tipo ‘B’ Il tipo ‘B’ è il sistema semplice grande, adatto per tubazioni ‘grandi’, con diametro da mezzo metro a un metro. Comprende due rivelatori e due ugelli spruzzatori. Sistema: SYS - B n° 2 RIV -601/S Rivelatore di scintilla n° 2 SAM-870 Supporto di montaggio n° 1 ALM-804 Alimentatore n° 1 SNA- 808 Suoneria n° 1 EVS -811 Elettrovalvola n° 2 UGN-820 Ugello spruzzatore Sistemi completi tipo ‘E’ Effettuano la segnalazione, lo spegnimento automatico e controllano l'avvenuto spegnimento e l'efficienza dell'impianto. Lo spegnimento è ottenuto con uno spruzzo d'acqua della durata di 3 secondi. Il controllo provvede alle seguenti segnalazioni e comandi: - segnalazione mancato spegnimento - segnalazione passaggio acqua - segnalazione guasto rivelatori - comando serranda e blocco ventilatore Il tipo ‘E’ è il sistema completo grande, adatto per tubazioni ‘grandi’, con diametro da mezzo metro a un metro. Comprende quattro rivelatori (due per lo spegnimento e due per il controllo) e due ugelli spruzzatori. Sistema: SYS - E n° 4 RIV -601/S Rivelatore di scintilla n° 4 SAM-870 Supporto di montaggio n° 1 QUA- 884 Quadro di controllo n° 1 SNA- 808 Suoneria n° 1 EVS -811 Elettrovalvola n° 1 PAC- 842 Pressostato acqua n° 2 UGN -820 Ugello spruzzatore optional optional SER-851 Serranda a farfalla

immagine dei rilevatori di scintilla
© CORME s.r.l. tutti i diritti riservati immagine Italian Quality home | contatti | mappa del sito | English version | audio off | International Tin logo CE
Get Adobe Flash player